Ricerche per Corrispondenza


L’Archivio di Stato di Como risponde, entro 30 giorni dalla data di ricezione, a tutte le ricerche pervenute:

- via e-mail all’indirizzo istituzionale as-co@beniculturali.it
- via fax al numero 031-303308
- via posta all’indirizzo Via Briantea 8, 22100 Como.

Le indagini vengono svolte gratuitamente, ma chi intende ricevere risposta a mezzo posta è tenuto ad allegare alla domanda una busta preaffrancata. Tutte le richieste devono contenere le generalità (cognome, nome e recapito) di chi le promuove, non si darà risposta a domande prive dei dati identificativi dell’autore.

Le Ricerche Anagrafiche
Tra le ricerche per corrispondenza sono numerose le richieste di dati anagrafici per la ricostruzione di alberi genealogici, soprattutto da parte dei discendenti di emigrati italiani all’estero. Qualora non si sappia la regione di origine degli antenati, può risultare utile la consultazione di alcuni siti internet relativi alle attestazioni dei cognomi sul territorio italiano. Poiché l’Archivio di Como non conserva registri di stato civile, informazioni anagrafiche vengono tratte dalla documentazione versata dal Distretto Militare di Como, ove sono rubricati gli uomini, nati dall’anno 1843 al 1934, nelle attuali province di Como e Lecco, che hanno svolto il servizio militare. In taluni casi, per mezzo di questi documenti, è possibile individuare il comune di nascita.

Come è noto, i registri di stato civile italiani sono tenuti dai Comuni solo a partire dall’anno 1866, per effetto della legge di unificazione amministrativa del Regno d’Italia, mentre la compilazione dei registri di nascita, matrimonio e morte, per gli anni anteriori al 1866, era demandata delle Parrocchie. Pertanto, seguendo quanto riportato nello schema che segue (schema), a seconda dell’epoca e del territorio, l’atto di nascita deve essere richiesto alle Parrocchie o ai Comuni.