Risorse Digitalizzate

Nell’anno 1997, presso l’Archivio di Stato di Como, a seguito di una convenzione con il CEDAR del Politecnico di Milano, si diede vita ad un processo di digitalizzazione delle circa 15.000 mappe dei catasti storici (catasto teresiano, lombardo veneto e aggiornamenti del 1898).

Dal microfilm esistente, in bianco e nero, si realizzò una copia digitale in formato pdf. Le singole unità raggruppate per soglia catastale, furono indicizzate in base agli attuali comuni amministrativi, secondo la denominazione Istat del 1995, costituendo una banca dati immediatamente fruibile dall’utenza.

Attualmente chi si reca presso questo archivio per effettuare un’indagine catastale consulta la menzionata banca dati, preservando cosi gli originali dai danni derivanti dall’usura. Dei files si effettuano stampe.